Tifo Catania
Sito appartenente al Network

Sturaro: “Chiedo scusa, al Catania posso dare professionalità”

Il centrocampista rossazzurro ha voluto chiedere scusa a tutti e parlare del futuro

Stefano Sturaro ha voluto chiedere scusa a tutti per l’espulsione rimediata contro la Casertana.  Ecco le sue partite al termine del match con i campani:

Mi scuso con compagni, squadra, mister, società e tifosi perchè ci tenevo. Ero troppo in foga agonistica forse, ho fatto un errore d’inesperienza per la categoria e dovevo considerare il metro dell’arbitro. Mi servirà da lezione, ma mi fa piacere avere visto i compagni lottare e provarci per tutto il secondo tempo in dieci, non era facile. Sono stati grandi e hanno giocato un’ottima partita”

“Sto benino, non sono ancora al 100% però diciamo che sono a buon punto. E’ un campionato che io avevo seguito un po’ da appassionato, adesso mi rendo conto che è veramente impegnativo. Si gioca tantissimo, con tante partite ravvicinate ogni settimana. Noi avevamo in mente una scaletta, abbiamo dovuto un po’ accelerare perché è un momento in cui c’è bisogno di tutti. Mi sento discretamente bene, il mister poi ha fatto le sue scelte ed io provo a dare il massimo di quello che posso. Avevamo in mente di fare un minutaggio ridotto. Al Catania posso garantire la mia professionalità e un atteggiamento positivo. Capitano? Penso che il mister volesse fare pensare il mio nome parlando con l’arbitro. Purtroppo l’effetto è stato contrario”

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

I rossazzurri perdono contro il Taranto di Capuano subendo una rete sugli sviluppi di palla...
Prima frazione sofferta per i rossazzurri che non riescono a chiudere con la porta inviolata...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra acquisti...

Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976, un...