Tifo Catania
Sito appartenente al Network

Peralta: “Catania non è un trampolino ma una tappa duratura”

Il fantasista rossazzurro ha parlato del suo arrivo a Catania, del rapporto con Lucarelli e del rapporto con i nuovi compagni

A margine dell’allenamento del Catania svolto oggi al Cibalino, ai microfoni della stampa si è presentato Diego Peralta. Ecco le sue impressioni:

Quando il mister mi ha chiesto una mano ho guardato la società e le ambizioni della squadra e ho detto «perfetto!». Catania non è un trampolino di lancio, questa è una tappa importante per me e spero duratura. Il rapporto con Lucarelli? Un rapporto normale con un allenatore con cui si va d’accordo. Conosco tanti giocatori, Zammarini dai tempi di Pisa, con lui vado anche in vacanza. L’ambiente ti sta andando molto bene”

Nello spogliatoio c’è aria di positività, vedo tanti sorrisi. E’ un ambiente bello, piacevole. Le pressioni? Fanno parte del calcio, se uno non vuole le pressioni ha sbagliato lavoro. Io come ho fatto a Foggia e in passato mi assumo le mie responsabilità, cerco di impegnarmi e dare il massimo per essere a posto con me stesso ed i compagni, poi si spera sempre che i risultati siano positivi ma le responsabilità sono sempre parte del calcio. Di Carmine? Facile giocare con lui. I movimenti che ti detta quando hai la palla sono chiari, ti fa capire cosa vuole e dove vuole la palla, lo stesso vale per tutti gli altri compagni d’attacco, sono tutti molto forti”

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

I numeri di un Taranto in grande forma, pronto a dare battaglia ai rossazzurri...
I tifosi rossazzurri renderanno il Massimino la solita bolgia nella gara di ritorno di Semifinale...
I tarantini dominano i precedenti casalinghi, ma il ricordo più vivo é lo 0-0 del 2002...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra acquisti...

Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976, un...