Tifo Catania
Sito appartenente al Network

Vigilia di Catania-Brindisi, Lucarelli: “Il Natale è finito, non arriveranno nomi altisonanti”

Il tecnico rossazzurro ha fatto il punto della situazione parlando dell'entusiasmo

Ecco le parole di Cristiano Lucarelli a ridosso della sfida di sabato contro il Crotone:

“Io non sono soddisfatto dei risultati fatti fino ad ora, però se faccio un moltiplicatore arriveremmo a fine stagione a circa 70 punti. Dobbiamo cercare di trovare la quadra il prima possibile, non sono preoccupato, do fiducia a tutti ma fino ad un certo punto. Questa media non basta, non basta per quest’anno e non basterebbe neanche per l’anno prossimo. Negli anni qualche calciatore può aver avuto dei problemi nel giocare al Massimino, se si riscontra ciò il giocatore va sostituito con un altro più adatto” 

“I sette nuovi acquisti portano entusiasmo e poi puntiamo su di loro per costruire qualcosa che dovrà arrivare entro x tempo. Per quello che offre il mercato di gennaio sono i migliori profili che siamo riusciti a far muovere. Peralta è anche un doppione di Chiricò, può fare il trequartista ma anche la mezzala un po’ come era Mazzarani, l’abbiamo preso per metterlo all’interno di una coppia. Ci saranno delle coppie di giocatori, avremo bisogno di tante caratteristiche diverse. Stiamo cercando di dotare questa squadra di tante frecce nel proprio arco per interpretare varie situazioni”

“E’ complicato perchè alcuni giocatori che sono arrivati avranno bisogno di un po’ di tempo per essere al meglio. Sono dei profili che in qualunque categoria saremo l’anno prossimo potranno essere utili, lavoriamo sul presente ma pensiamo anche al futuro per cambiare poco. Non tutti sono pronti per giocare oggi dal primo minuto. Penso che quando arrivano sette elementi portano spensieratezza ad un gruppo. Io penso di aver dato la possibilità a tutti, ma poi ho bisogno di risposte sul campo e sono arrivate solo qualche volta. Il Natale è finito, gli alberi sono riposti e dell’intermittenza non c’è più bisogno”

“A me non piace perdere, vorrei una squadra che può anche perdere ma non senza reazione alle difficoltà. Dopo un primo tempo equilibrato, poi nel secondo tempo siamo ripartiti bene, ma se poi prendi il secondo gol e il terzo in quel modo agevoli la vittoria agli altri. Il fatto di essere il Catania impone il fatto di non poter sbagliare niente. Chiricò? Nel gioco delle coppie è un elemento molto importante. Probabilmente è il giocatore più talentuoso dal punto di vista tecnico, la scelta è quella che durante la settimana e durante la partita dimostra di dare più garanzie gioca. Anche lui ogni domenica deve dimostrare, perchè se c’è un’alternativa che dimostra di più gioca quella. Parlo di Chiricò per via della domanda ma vale per qualunque giocatore”

“Quando si fanno nomi importanti nel mercato non arriveranno perchè non li cerchiamo. I procuratori stanno accostando tanto il nome dei loro assistiti al Catania per poi fare i propri interessi. Se leggete nomi altisonanti non prendeteli per oro colato perchè non si saranno. Ladinetti domani sarà convocato, io non l’ho mai avuto ma è un giocatore che per me in Serie C è un lusso. Ci saranno quindici giorni per capire cosa succederà, magari potrebbe essere lo stesso ragazzo a chiedere di giocare altrove, non lo so. Ci sono club di categoria superiore che chiedono informazioni, poi torna il discorso del teatro dove ci si esibisce”

“La partita di domani sarà molto importante, ci serve per la classifica e per l’avvicinamento verso il Rimini. Simile al Francavilla e al Sorrento con dieci uomini dietro la linea della palla; sono partite in cui se segni subito si mette bene con gli spazi, altrimenti cresce l’ansia

“Per rovinare un gruppo ci sono tre modi: i brutti risultati; il fare differenze quando si perde, nel senso tipo ‘solo uno si è salvato’; le mogli devono andare tutte d’accordo perchè di conseguenza anche i mariti non andranno d’accordo. Infermeria? Di Carmine ha completato il processo riabilitativo e se voglio posso farlo giocare dal primo minuto. Bouah non è a disposizione; Silvestri martedì farà un’ulteriore visita e capiremo quale sarà l’iter migliore; Bocic non sarà convocato; Rocca neanche. Chiarella? E’ ancora un po’ troppo un bravo ragazzo”

Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

I rossazzurri perdono contro il Taranto di Capuano subendo una rete sugli sviluppi di palla...
Prima frazione sofferta per i rossazzurri che non riescono a chiudere con la porta inviolata...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra acquisti...

Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976, un...