Tifo Catania
Sito appartenente al Network

Lucarelli: “Indisponibili anche Mazzotta e Bocic, ho rivalutato la gara contro il Sorrento, la B arriverà entro 3 anni”

Così ha parlato il tecnico rossazzurro prima della sfida di sabato al Benevento, tra stagione in corso, progetto e strutture

Ecco le parole di Cristiano Lucarelli nell’ultima conferenza pre-gara targata 2023, il giorno prima di Benevento-Catania:
L’atteggiamento della squadra deve cambiare vicino alla porta, perché al netto delle potenziali occasioni che abbiamo creato abbiamo fatto comunque una partita buona, ci mancano anche due calci di rigore. Rocca il più pericoloso anche se schieriamo 3 attaccanti? L’abito è quello giusto, verranno i momenti in cui con un tiro in porta vinceremo le partite. Dobbiamo essere più cattivi lì vicino al portiere avversario. Abbiamo altri due indisponibili, Bocic e Mazzotta, quindi andremo con 16 giocatori di movimento a Benevento, comunque bastano perché non può essere un alibi. Cerchiamo di essere lucidi anche dopo le sconfitte perché altrimenti si butta l’acqua sporca con tutto il bambino. Abbiamo secondo me 8 punti in meno di quelli che meritiamo, se riguardate la partita di Sorrento sapendo già il risultato, vedrete che avrete la mia stessa sensazione di crescita.
Grella lo sa che qualcosa si è sbagliato. Ha visto nel giro di pochi mesi, la faccia migliore di Catania e quella che si lamenta perché i risultati non sono soddisfacenti. Io tra l’altro ho un anno e mezzo per riuscirci, da contratto, ma vi posso dire che io ce la farò. Io anni fa mi sono fatto una promessa, mi sono detto che non avrei trovato pace finché non avrei portato il Catania in alto. C’è bisogno anche dell’aiuto di tutti, perché i risultati sportivi si fanno se c’è unità d’intenti. Poi è anche giusto fare delle critiche costruttive e non populiste, senza cavalcare la rabbia del tifoso.
Il mercato di gennaio è balordo, lo sapete, rischi sempre di prendere dei giocatori non al 100% e che devi rimettere a posto. Tecnicamente il Catania è una ottima squadra, il problema è che questa piazza non è per tutti, tu i giocatori non li sbagli dal punto di vista tecnico, ma magari puoi fare una scelta sbagliata se non li conosci abbastanza bene dal punto di vista umano. Cicerelli può essere un giocatore che ci dà una mano, ha giocato in piazze calde e importanti come Salerno. Quando ho parlato con la società ci siamo dati un obiettivo: in tre anni la Serie B. Mancano 2 anni e mezzo per arrivarci, senza se e senza ma. Se ci riusciamo quest’anno benissimo, l’anno prossimo bene, dobbiamo crescere come infrastrutture, ci sono delle cose che vanno avanti come ad esempio quella del marchio o Torre Del Grifo su cui la società è disposta a ragionare. Ma non alle cifre di cui si parla oggi, previa la possibilità di allenarci in un altro campo mentre viene rimesso a posto. 37 milioni sono veramente tanti, ad altre cifre si potrebbero sedere per parlarne. Il bilancio dell’anno scorso si è chiuso con 3 milioni in meno, ma è stato pareggiato dalla famiglia Pelligra e la stessa cosa succederà quest’anno con la C. Il progetto prevede 3 anni per la B, altri 3 per la A. Io l’ho visto il patrimonio del gruppo, e mi sono spaventato, il calcio magari non viene visto come una priorità ma l’obiettivo è comunque anche imprenditoriale, quindi i risultati li dobbiamo trovare anche per fare capire al presidente che l’investimento è stato giusto.
Vedo tante disponibilità da parte di Pelligra e con Grella l’obiettivo è comune. Lui il giorno dopo mi ha mandato un messaggio con una cosa molto bella scritta, ho fatto lo screen. Molti dopo una sconfitta prendono le distanze invece, ve lo leggerò quando arriverà il giorno giusto“.
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

I numeri di un Taranto in grande forma, pronto a dare battaglia ai rossazzurri...
I tifosi rossazzurri renderanno il Massimino la solita bolgia nella gara di ritorno di Semifinale...
I tarantini dominano i precedenti casalinghi, ma il ricordo più vivo é lo 0-0 del 2002...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra acquisti...

Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976, un...