Tifo Catania
Sito appartenente al Network

Igor Protti: “Lucarelli non poteva dire no al Catania, raccoglierà i frutti del suo lavoro”

È intervenuto alla trasmissione “Catanista il Talk” Igor Protti, ex attaccante e compagno di Cristiano Lucarelli, ed ha parlato così dell’allenatore toscano:

Io e Lucarelli ci siamo conosciuti la prima volta durante un Atalanta-Napoli, in un parapiglia. Poi ci siamo incontrati al Livorno quando abbiamo riportato in A la squadra dopo 50 anni ed è stato bellissimo. Se fisicamente siamo molto diversi, mentalmente abbiamo lo stesso modo di vivere il calcio perché siamo stati tifosi, poi calciatori e infine dirigenti e allenatori. 

Perché ha scelto ancora Catania? Perché secondo me l’uomo Lucarelli è passionale, ama le sfide, vuole portare a termine quello che inizia. E se chiama una piazza e una città così è impossibile dire di no. Il suo obiettivo è andare non solo in B ma anche in A, se si butta in un progetto lo porta avanti con tutte le sue forze. È la sua caratteristica. Il suo pregio è questo, mentre il suo difetto, su cui sta lavorando, è l’impulsività: da giovani prima di fare una cosa contavamo fino a 1, ora fino a 4-5, ma dobbiamo migliorare ancora. 

Io e lui oggi giocheremmo in Nazionale? Questo non lo so, è un calcio troppo diverso, ai nostri tempi anche nel girone meridionale di C i difensori potevano fare tutto ed era molto duro giocare nel nostro ruolo. 

Lavorare di nuovo con Cristiano? Certo, per me sarebbe un grande piacere“.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

I rossazzurri perdono contro il Taranto di Capuano subendo una rete sugli sviluppi di palla...
Prima frazione sofferta per i rossazzurri che non riescono a chiudere con la porta inviolata...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

Si chiude la sessione invernale di calciomercato. Ecco le ufficialità dei club della Serie C. Tra acquisti...

Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976, un...